Ditelo con i fiori…

«Ogni tanto la gente mi chiede: ma sono davvero alla Posta? Forse sto sognando, sono in mezzo ai fiori...», racconta divertita Esther Nufer, fioraia e proprietaria del negozio Viola. Eppure, dal 4 aprile 2022, nel cuore del paesino di Waldstatt, tra le verdi colline dell’Appenzello, gli abitanti possono fare incetta di petali mentre effettuano le loro operazioni postali.

La facciata dell’edificio che ospita il negozio e la Posta pullula di fiori e piante di ogni forma e colore. Accanto all’ingresso, una cassetta delle lettere gialla. All’interno del negozio, i vari bouquet di fiori rilasciano odori e profumi intensi e ammalianti. A sinistra, l’angolo postale. Si capisce bene perché molti clienti credano di sognare e dubitino di trovarsi davvero in un ufficio postale… Esther Nufer, giovane donna slanciata, accoglie calorosamente una cliente appena entrata: è Edith Scherrer, cinquantenne dinamica e allegra che qui è di casa: «Vengo spesso a comprare un mazzo di fiori e ne approfitto per spedire una lettera o un pacco». Le brillano gli occhi: «Questo è anche un importante luogo di scambio, dove si ha l’occasione di fare due chiacchiere con i compaesani». Edith apprezza gli orari di apertura più estesi rispetto al passato. Il negozio di fiori è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 13.30 alle 18.30, mentre il sabato fa orario continuato dalle 8 alle 15. Con passo deciso, Edith si dirige verso l’angolo postale, consegnando alla postina fioraia un pacchetto rettangolare. «È un biberli, una sorta di pane alle spezie ripieno di pasta di mandorle, per mia nipote!»

Edith Scherrer tend un colis à la postière fleuriste

Edith Scherrer consegna un pacchetto alla postina fioraia

«Ora viene la parte più difficile», ammette Edith sorridendo. Scegliere i fiori! Con tutti questi splendidi bouquet e accostamenti di fiori si ha davvero l’imbarazzo della scelta. Mentre Edith contempla la varietà di fiori e piante, Esther Nufer ci racconta come ha reagito quando il Comune le ha chiesto se fosse interessata a un partenariato con la Posta. «Ci ho messo poco a dire di sì perché per me era scontato. Quando ci siamo trasferiti in questa grande casa c’era spazio a sufficienza per un angolo postale». Dopo aver seguito una formazione, Esther Nufer ha ormai preso confidenza con i servizi postali. Qual è il suo bilancio dopo questi pochi mesi? «Ho diversi clienti abituali che mi seguono da una quindicina d’anni, questo crea sinergie. I clienti vengono per spedire una raccomandata e tornano a casa con un mazzo di fiori. E questa collaborazione con la Posta rappresenta un secondo pilastro della nostra attività», sottolinea Esther Nufer.

Chi sono i clienti della filiale della Posta? Clienti abituali, in pensione, ma anche giovani che vengono a spedire dei pacchi.

Blumen im Laden
Kundin neben Briefeinwurf
Floristin Blumenstrauss
Floristin und Kind Blumenstrauss
Floristin und Kind
Kundin an Kasse
previous arrow
next arrow

Nel frattempo Edith ha fatto la sua scelta. Esther Nufer le prepara il mazzo di fiori. Di fianco a lei, la piccola «apprendista» Malea, che con i suoi occhioni azzurri è rapita da ogni singolo gesto della mamma. A 5 anni la piccola Malea è già appassionata di fiori. Quando non è alla scuola materna, resta accanto alla mamma e prepara piccoli mazzetti, continuando a osservarla con attenzione nella sua missione di postina. Qualche minuto più tardi, dopo aver pagato i suoi acquisti e scambiato qualche parola, Edith lascia il negozio con un grande sorriso sulle labbra. Ha spedito il suo biberli e torna a casa con un bel mazzo di fiori tra le mani.

In panetteria, da Vogl, presso un ufficio del turismo locale: le filiali in partenariato della Posta si sono dimostrate vincenti in oltre 1200 sedi. Sono facilmente accessibili, hanno orari di apertura pratici e consentono di fare i propri acquisti in negozio ed effettuare le operazioni postali nello stesso luogo. In questo modo la Posta contribuisce a mantenere l’infrastruttura e l’occupazione a livello regionale. Ecco alcuni esempi di partenariati innovativi.

La Posta dentro una pista di ghiaccio

La Posta in una casa dell’assenzio

La Posta in una casa per anziani