Come si misura la puntualità della Posta?

In Svizzera la puntualità è tutto. Anche la Posta, lei stessa un vero e proprio pezzo di Svizzera, incarna questo valore Nel 2019 ha superato ancora una volta le disposizioni per le lettere e i pacchi, consegnandoli con estrema puntualità. Ma come misura esattamente la Posta la propria puntualità?

La Posta si impegna al massimo per garantire un recapito puntuale degli invii che le vengono affidati. Proprio mentre i collaboratori nell’esercizio lavorano a pieno ritmo anno dopo anno affinché ognuno in svizzera possa ricevere pacchi e lettere al momento desiderato, vengono misurati i tempi di consegna.

Per la posta-lettere la misurazione dei tempi di consegna è affidata all’istituto per le ricerche di mercato Ipsos SA, che la effettua sulla base delle norme europee al fine di ottenere dati affidabili. Nel caso delle lettere la procedura prevede che circa 160 persone inviino e ricevano 89’000 lettere test, nell’arco di 52 settimane all’anno, dal lunedì al sabato. Ogni tappa delle lettere viene annotata minuziosamente e la durata dell’elaborazione viene misurata e protocollata (cfr. anche il grafico). «I collaboratori della Posta non conoscono né il piano del test né le persone che vi partecipano e non riconoscono nemmeno le lettere test, consentendoci così di garantire una misurazione imparziale», dichiara Annina Eymann, responsabile di progetto della Posta.

La Consult AG si occupa della misurazione dei tempi di consegna dei pacchi. Poiché la logistica dei pacchi si differenzia da quella delle lettere, anche la metodologia di misurazione è diversa. In questo caso la verifica a campione prevede 2400 invii di prova ed è quindi notevolmente più ridotta rispetto alle lettere.

L’autorità di vigilanza PostCom impone alla Posta di far misurare ogni anno la qualità del suo servizio universale da un’istanza indipendente. Ciò riguarda, tra l’altro, i tempi di consegna di lettere e pacchi in Svizzera, ovvero l’arco di tempo che intercorre dall’impostazione dell’invio al suo recapito. Alla fine la domanda è: le lettere e i pacchi arrivano puntualmente? La PostCom stabilisce anche disposizioni chiare, secondo cui il 97% delle lettere e il 95% dei pacchi devono essere recapitati puntualmente. La PostCom autorizza il metodo di misurazione e, una volta eseguito il controllo, approva i risultati.

 

Risultati della misurazione dei tempi di consegna del 2019

Nel 2019 la Posta ha superato ancora una volta le disposizioni della legislazione postale per le lettere e i pacchi. Il 98,0% delle lettere della Posta A e il 99,3% delle lettere della Posta B sono arrivate puntualmente ai clienti. La Posta ha così nuovamente superato di gran lunga l’obiettivo di qualità del 97,0% definito per legge. E lo ha fatto trasportando 1,807 miliardi di lettere indirizzate.

Nel 2019 la Posta ha elaborato e recapitato una quantità record di oltre 148 milioni di pacchi, che corrispondono a oltre 10 milioni di pacchi in più rispetto all’anno precedente (+7,3%). Ciò ha rappresentato una sfida anche per un’infrastruttura abituata alle sollecitazioni come quella della Posta. La qualità del recapito è rimasta comunque a livelli molto alti: il 95,3% dei pacchi PostPac Priority e il 95,9% dei pacchi PostPac Economy hanno raggiunto i loro destinatari nei tempi prestabiliti. Per poter continuare a recapitare anche in futuro in modo puntuale i volumi di pacchi sempre crescenti, in una prima fase la Posta ha stanziato oltre 190 milioni di franchi per nuovi impianti di spartizione e centri pacchi.