Asendia: da «startup» a global player nel settore dell’e-commerce

Ogni secondo nel mondo qualcuno ordina un nuovo paio di scarpe da ginnastica o un capo alla moda in uno shop online. E le probabilità che a gestire il processo di ordinazione e la spedizione internazionale sia Asendia sono molto alte. Un’azienda nella quale la Posta Svizzera detiene una partecipazione da otto anni. Perché?

Asendia è una joint venture della Posta svizzera e della francese La Poste fondata nel 2012. Con oltre 1500 collaboratori in Europa, Nord America, Asia e Australia / Nuova Zelanda e oltre 25 sedi in 15 paesi, Asendia offre in tutto il mondo soluzioni di spedizione internazionale per clienti commerciali tra cui ditte di vendita per corrispondenza per le quali si occupa della spedizione della merce, della distribuzione internazionale di invii pubblicitari, giornali e riviste e della corrispondenza commerciale. L’azienda conosce bene i sistemi postali di questi paesi e può fare affidamento sulle reti di fornitori di servizi postali e operatori di pacchi di tutto il mondo.

Dal 2012 Asendia ha fondato nuove società nazionali, ha rafforzato la sua presenza negli Stati Uniti e in Gran Bretagna e ha acquisito delle partecipazioni nelle aziende di e-commerce e-ShopWorld e Anchanto.

 

Asendia facilita il commercio internazionale
Il commercio online internazionale cresce a grande ritmo in tutto il mondo e in quasi tutte le categorie merceologiche. Anche le piccole e medie imprese cercano di affacciarsi in nuovi mercati. Ad esempio, se un commerciante online vuole spedire i suoi prodotti in Brasile, deve conoscere le particolarità di questo mercato: le abitudini di pagamento, le disposizioni doganali speciali e le prassi di reso sono fattori essenziali per il successo delle attività di vendita internazionali. Le ditte internazionali di vendita per corrispondenza possono quindi beneficiare di un’offerta completa, dell’esperienza e delle conoscenze di Asendia, che può gestire per loro tutta la logistica, inclusa l’importazione, lo sdoganamento e il recapito finale. Asendia collega il mondo e consente di effettuare acquisti in tutto il globo, anche ai clienti in Svizzera.

Per questo, oggi e in futuro, Asendia è e sarà un fiore all’occhiello della Posta Svizzera di cui beneficiano in particolare anche le aziende svizzere attive nell’export e i clienti destinatari. La Posta ha riconosciuto il potenziale del commercio online già diversi anni fa e si è attivata per tempo per adeguare opportunamente la propria attività logistica. L’attività di e-commerce transfrontaliero per merci di piccole dimensioni è un importante fattore di successo economico per la Posta Svizzera.

 

 

Invii d’importazione in Svizzera: il ruolo importante di Asendia
Ogni giorno, anche grazie ad Asendia, arrivano nei centri della Posta Svizzera circa 100’000 invii di piccole merci dall’estero, passando per gli aeroporti di Zurigo e Ginevra. Centinaia di container di sacchi postali vengono scaricati dagli aerei, trasportati, sdoganati e recapitati. Oltre tre quarti degli invii di piccole merci provengono dal continente asiatico.

Boom del commercio online durante l’emergenza coronavirus
Grazie al boom dell’e-commerce, durante il coronavirus il volume di invii di piccole merci in Europa è cresciuto del 10% sia nell’import sia nell’export. Durante questo periodo il traffico postale internazionale ha vissuto un vero e proprio stato di emergenza. Prima della pandemia, per il trasporto degli invii Asendia utilizzava soprattutto aerei passeggeri. Dopo che le compagnie aeree avevano sospeso quasi tutti i voli passeggeri, Asendia ha creato progressivamente, in collaborazione con alcuni partner, una rete con voli charter per il trasporto merci. Le cifre aziendali di Asendia relative agli ultimi mesi e settimane mostrano che l’azienda sta ottenendo ottimi risultati in un mercato in espansione a livello internazionale, con una conseguente forte crescita aziendale nonostante le misure di lockdown in tutto il mondo.

 

Tre domande strategiche a Ueli Hurni, presidente del consiglio di amministrazione di Asendia

 

Ueli Hurni, quale strategia persegue Asendia?

Asendia punta alla crescita. Per questo, da un’azienda postale in origine fortemente dipendente da lettere e pacchi si è trasformata in un’impresa di e-commerce e consegue attualmente l’80% del proprio fatturato in questo settore. Nel 2014 Asendia ha acquisito una partecipazione nella startup eShopWorld che oggi gestisce la piattaforma di e-commerce per Nike, MaxMara, Victoria’s Secret, Tarte, Kerin e American Eagle. eShopWorld registra forti tassi di crescita. Nel 2012, anno della sua fondazione Asendia registrava un fatturato di circa 450 milioni di euro. Nel frattempo non solo ha superato la magica soglia del miliardo di fatturato, ma quest’anno arriverà perfino a sfiorare quota 1,5 miliardi di euro.

 

L’attività di Asendia è compatibile con la nuova strategia della Posta, la «Posta di domani»?

Asendia è perfettamente in linea con la nuova strategia, dato che la Posta non solo intende mantenere la sua pluriennale attività di base in Svizzera ma punta a svilupparla anche a livello internazionale. In questo modo la Posta rafforza anche l’attività di importazione in Svizzera e a lungo termine anche l’export. Inoltre sfruttiamo un notevole potenziale sinergico con la nostra partner, la francese La Poste.

 

Come si prospetta lo sviluppo futuro di Asendia?

Lo sviluppo di Asendia negli ultimi anni è stato a dir poco entusiasmante.

Con un fatturato ben superiore al miliardo di euro, Asendia è una delle aziende leader nell’e-commerce internazionale e nel prossimo periodo strategico 2020-2023 siamo determinati a perseguire in modo coerente i nostri obiettivi di crescita.